segunda-feira, 11 de agosto de 2014

Belo Horizonte è una bella città del Brasile


Belo Horizonte è una città del Brasile, capitale dello Stato del Minas Gerais dal 1897, anno in cui venne ultimata la sua costruzione su progetto dell'ingegnere Aarão Reis. Circa il 30% dei cittadini di Belo Horizonte sono oriundi italiani.


È la prima città brasiliana costruita su progetto, anche se nelle idee originarie non avrebbe dovuto superare i 200 mila abitanti. A tutto il 2010 Belo Horizonte aveva 2.375.151 abitanti, raggiungendo 4.883.970 abitanti con la regione metropolitana. La città è un importante centro economico, industriale, commerciale e culturale: molte aziende brasiliane e multinazionali hanno i loro uffici a Belo Horizonte, come Google e Denso.


La FIAT ha fabbriche nei sobborghi vicini (FIASA-Auto a Betim, Iveco a Sete Lagoas, CNH-trattori e Magneti Marelli a Contagem) ed il quartier generale FIAT do Brasil è a Nova Lima, nelle immediate vicinanze della città. L'area metropolitana di Belo Horizonte è sede di una importante scuola italiana, la Fundaçao Torino.

Le attrattive turistiche sono di qualità più che di quantità. Ideata per essere una città-giardino, al suo interno si trovano molti parchi ed aree verdi, su tutti il lago artificiale di Pampulha, insieme all'omonimo quartiere, fatto costruire negli anni quaranta su impulso del Sindaco di allora, Juscelino Kubitschek. Quasi in riva al lago spicca la chiesa di S. Francesco d'Assisi, ideata dall'architetto Oscar Niemeyer.

Pizza della Libertà

La Piazza della Libertà, a Belo Horizonte, ospita la Biblioteca Pubblica dello Stato, Luiz de Bessa, nota anche come Biblioteca della Piazza della Libertà.  Il disegno originale dell'edificio è stato anch'esso realizzato dall'architetto Oscar Niemeyer. Lo spazio è stato creato nel 1954 dall'allora governatore Juscelino Kubitschek e oggi incorpora lo spazio culturale più completo: il Circuito Culturale della Piazza della Libertà. La biblioteca riceve attualmente circa 400.000 persone all'anno e offre varie sale per Conferenze, di studio e ricerche, l'Arena di teatro e la Galleria d'arte. Davanti all'ingresso vi sono le statue degli scrittori più nuoti:  Fernando Sabino, Otto Lara Rezende, Paulo Mendes Campos e Hélio Pellegrino.

















È la città brasiliana con la più grande concentrazione di bar, essendo la maggior parte di loro localizzata nella zona sud. In particolare nel ricco e moderno (però ancora tradizionale) quartiere Savassi, nome dovuto a un antico panificio italiano della zona. Nonostante non sia una città prettamente turistica, Belo Horizonte costituisce un ottimo punto di partenza per visitare le splendide città coloniali dei dintorni, ad esempio Ouro Preto, Mariana e Sabará.


É bello godere il tramonto dalla Piazza del Papa, ma ancora piu bello è vederlo dal "Mirante Mangabeiras". Consigliamo di portare un golfino perchè a fine pomeriggio tira sempre un venticello fresco.


Una curiosità è la Rua Professor Otavio Coelho, Magellano - la famosa "Rua do Amendoim" - dove, a motore spento, un'automobile può salire la collina. La Municipalità di  Belo Horizonte non sa esattamente quante, ma  si stima che migliaia di turisti vi parcheggino l'auto curiosi di vederla salire lentamente la strada. Abbiamo provato anche noi con un simpatico taxista. Ed è vero!!



La città di Belo Horizonte offre un'intensa programmazione culturale, mostre, spazi culturali e musei. Ma siamo rimasti molto soddisfatti della visita che abbiamo fatto al "Memorial Minas Gerais Vale", situato in Piazza della Libertà, angolo di strada con Gonçalves Dias, che fa parte del Circuito Culturale della Piazza della Libertà . Il memoriale porta l'anima e le tradizioni di Minas Gerais, in modo interattivo e moderno.


Memorial Minas Gerais Vale
Al primo piano i visitatori trovano i mezzi più disparati, riuniti per mostrare la vita e le opere di artisti che sono simboli di Minas Gerais. C'è anche una caffetteria a tema, una sala informatica, una biblioteca multimediale e una sala per i progetti educativi. Al secondo piano si trova una sala che presenta la storia politica di Minas Gerais, in modalità tecnologica, con importanti personaggi della "Cospirazione per l'Indipendenza" che interagiscono e parlano tra loro, stile Harry Potter. Davvero interessante!

Sala con manichini realizzati da Ronaldo Fraga, portando giacche con le belle
 poesie da   Carlos Drummond de Andrade
Armando nella Sala di Arte Popolare

Ere nella Sala dedicata alla grande artista plastica Ligia Clark


Orari di apertura:
Martedì, mercoledì, venerdì e sabato: dalle 10h alle 17h30
Giovedì: dalle 10 alle 21.30
 Domenica: 10:00-13:30 pm
* Per le visite guidate  e per gruppi scolastici  è richiesta la prenotazione,
 chiamando il numero (31) 3343-7317.
Prezzo: Accesso libero

Foto e testo: Ere Mogetti e Armando Traversoni
Fonte: Wikipedia

Nenhum comentário:

Postar um comentário